• Home
  • Quali sono i tempi di cottura con il microonde

Quali sono i tempi di cottura con il microonde

Uno strumento fenomenale e che non può assolutamente mancare in cucina è il forno a microonde.

Si tratta di un elettrodomestico comodissimo, pratico e veloce.

Perfetto per preparare piatti sfiziosi e buoni.

Ma forse non sai una cosa.

Sul mercato oggi ci sono dei modelli che sono in grado di fare di tutto, sostituendo di fatto molti altri elettrodomestici.

Pensa che i primi modelli che arrivarono sul mercato venivano utilizzati solo per:

  • Scaldare il cibo
  • Scaldare il latte o il tè
  • Scongelare gli alimenti surgelati

Devo dirti la verità.

Erano in pochissimi a conoscere i veri vantaggi del cucinare con il microonde.

Molti sostenevano invece che questo strumento fosse dannoso per la salute dell’essere umano e che emettesse radiazioni.

Ma erano soltanto un mucchio di dicerie.

Se sei ancora scettico, ti suggerisco di l’articolo che ho scritto sulle leggende del microonde.

Poi cosa è successo?

Per fortuna queste credenze sono diventate sempre meno popolari.

Ed il forno a microonde è diventato un irrinunciabile alleato in cucina.

Io penso che sia davvero fantastico.

Può cuocere tutto il cibo che desideri impiegano molto meno tempo rispetto ai sistemi tradizionali.

E non è tutto.

Gli alimenti che vengono cotti in questi strumenti conservano tutte le loro proprietà nutritive ed il gusto.

Per cosa viene utilizzata la cottura microonde?

Per moltissime tipologie di cibo, come:

  • Pasta
  • Carne
  • Pesce
  • Verdure
  • Dolci e dessert

Ma per ottenere il meglio da ogni tipo di alimento devi fare attenzione ad alcuni fattori.

Uno dei più importanti riguarda il tempo cottura con questo elettrodomestico.

Le regole per una cottura al microonde eccezionale

Ho scritto questo articolo per rivelarti dei consigli e trucchi per ottenere una cottura del cibo al microonde fantastica.

Cominciamo con un’importante regola.

Quale sarebbe?

Per effettuare delle ottime cotture microonde devi assicurarti che quest’ultimo sia umido al punto giusto.

Per quale motivo?

Perché in questo modo la cottura del cibo avverrà in modo uniforme.

Ciò significa che il cibo sarà scaldato in ogni sua parte ed eviterai di gustare un cibo caldo in una parte e freddo in un’altra.

E devo dirtelo.

Anche il modello di microonde che si utilizza fa la differenza.

Se ancora non l’hai acquistato, dà un’occhiata ai migliori modelli presenti in commercio che trovi qui sotto.

Più funzioni ha il forno (come il grill o il piatto grigliante per gli arrosti) e vedrai che sarà semplicissimo anche preparare i cibi più complessi.

Ma c’è dell’altro.

Forse non sai che il cibo preparato nel microonde continua la cottura anche dopo essere stato tolto dal forno.

Davvero?

Esatto.

Si tratta di un dettaglio molto importante.

Infatti ti conviene sempre togliere il cibo con un leggero anticipo dall’elettrodomestico, altrimenti mangerai sempre degli alimenti troppo cotti.

Ogni cibo ha il suo tempo di cottura

Ogni genere di alimento per essere gustato al meglio, deve seguire dei tempi di cottura microonde precisi.

Per quale motivo?

Perché ci sono alcune tipologie di cibo – che per via delle loro caratteristiche organolettiche – tendono a cuocersi più lentamente di altri.

Ad esempio?

La carne di grandi dimensioni.

Questa richiede dei tempi di cottura al microonde molto più lunghi rispetto a del cibo di piccole dimensioni (come le crocchette di patate per esempio).

Per evitare che il cibo voluminoso risulti semi-crudo (e quello di piccole dimensioni quasi bruciato), ti conviene preparare una cosa alla volta e non cuocere tutto insieme.

La regola della copertura

Voglio svelarti un piccolo segreto sfruttare al meglio la cottura nel microonde.

Qual è questo segreto?

Inserire nell’elettrodomestico il tegame con all’interno il cibo coperto da un coperchio o da una pellicola.

Ed è vero.

A volte puoi fare a meno della pellicola se la ricetta che stai eseguendo non prevede la sua presenza.

Ma se puoi sfruttare questo componente, non farti sfuggire l’occasione.

Per quale motivo?

Perché coprendo gli alimenti eviterai che il vapore esca tutto fuori e che il cibo diventi troppo secco.

Ma c’è dell’altro.

Tenendo tutto il cibo sotto copertura eviterai anche che il grasso e l’unto si attacchino al cibo.

Allora quali sono i migliori contenitori da utilizzare all’interno del forno a microonde?

Di solito gli stampi in silicone sono perfetti per questo compito.

Vanno bene per:

  • Pesce
  • Carne
  • Riso
  • Pasta
  • Ortaggi
  • Biscotti

E poi ci sono delle valide alternative.

Ad esempio?

Puoi anche utilizzare anche i recipienti in vetro pyrex.

Qualsiasi sia il materiale che preferisci, ti suggerisco di scegliere sempre dei contenitori tondi dalla base piana e che non siano troppo bassi.

Come cuocere i surgelati nel microonde

Voglio sfatare un mito molto importante.

Quale?

Molti ritengono che per gustare immediatamente il cibo surgelato basti metterlo all’interno del forno a microonde e poi scongelarlo e cuocerlo tutto nello stesso passaggio.

Ma non è così.

Per ottenere il meglio da questo genere di alimento devi:

  1. Effettuare uno scongelamento preventivo del surgelato impostando il forno a bassa potenza
  2. Al termine di questa fase devi cuocere o riscaldare il cibo

Ed il gioco è fatto.

Quali sono i tempi di cottura forno microonde

Qui puoi trovare una tabella tempi cottura microonde che ho realizzato e che riporta il tempo che devi considerare per ottenere il meglio da ogni tipologia di cibo.

Tempo cottura forno microonde tabella

Ma andiamo più nel dettaglio.

Ortaggi e verdure

tempi di cottura forno a microonde di ortaggi e verdure possono variare in base ad alcune caratteristiche.

Quali sono?

Eccole:

  • Grandezza
  • Prodotto
  • Freschezza
  • Se sono surgelate o meno

Se poi le foglie dell’alimento in questione sono troppo grandi, ti suggerisco di tagliarle a pezzetti e di non aggiungere acqua.

Poi – in base al tipo di verdura – i tempi cottura forno microonde variano dai 3 ai 10 minuti.

Ma voglio essere chiaro.

Mi riferisco a porzioni normali e non molto abbondanti.

Per quanto riguarda i legumi invece?

Per i legumi ti suggerisco di tenerli prima ammollo per 12-24 ore prima di metterli a cuocere nel microonde.

Dopo averli tirati fuori dall’acqua puoi metterli nell’elettrodomestico per 15 minuti.

E mi raccomando.

Aggiungi il sale unicamente nella fase finale della cottura.

Per ottenere il massimo da ortaggi e verdure devi assolutamente provare le ricette contenute nel libro “Microonde” che trovi qui sotto ad un prezzo speciale.

Ti svelo un segreto: puoi leggere GRATIS questo libro (e altri migliaia) iscrivendoti ad Amazon Kindle Unlimited. Provalo Subito cliccando sul pulsante qui sotto.

Carne e pollo

Per questa tipologia di alimenti – proprio come per le verdure ed i legumi – il sale va aggiunto solamente quando la cottura è quasi terminata.

Sai perché?

Perché se lo aggiungi con troppo anticipo correrai il rischio di seccare troppo il cibo.

Ma quali sono i cottura al microonde tempi per avere una carne poco cotta per esempio?

Considera che in media una bistecca si cuoce nel microonde nel giro di 5 minuti.

Se invece vuoi preparare del gustoso pollo ti suggerisco di preriscaldare il forno per 8 o 10 minuti.

Se stiamo parlando di un pollo intero, i tempi saranno ovviamente più lunghi.

Di quanto parliamo?

Di circa 16-18 minuti.

Ti svelo un segreto: puoi leggere GRATIS tutte le ricette per il forno a microonde iscrivendoti ad Amazon Kindle Unlimited. Provalo Subito cliccando sul pulsante qui sotto.

Pesce

Qui la situazione cambia.

Per quanto riguarda i microonde tempi di cottura del pesce ci sono diverse eventualità.

Se parliamo di un prodotto surgelato, devi assolutamente scongelarlo prima di metterlo a cuocere.

E poi per preparare un mix di pesci diversi, ti suggerisco di fare una cosa molto importante.

Cioè?

Per cuocerli al meglio devi metterli in cerchio con le code rivolte verso il centro.

Poi i microonde tempi cottura variano anche in base alle dimensioni del pesce.

Ecco cosa devi sapere:

  • Pesci che pesano fino ad 1 Kg cuocono al massimo in 10 minuti
  • Il pesce arrosto cuoce in 15 minuti
  • Gamberi e gamberetti cuociono in 4 minuti
  • Cozze, vongole e molluschi cuociono in 2 minuti (sfruttando il forno alla massima potenza)

E voglio svelarti un segreto.

Cioè?

Per assicurarti che la cottura di un pesce intero venga effettuata alla perfezione, devi fare un taglio dietro le branchie dell’animale.

Per quale motivo?

Con questo stratagemma puoi renderti immediatamente conto se la care è cotta (e sarà di colore opaco in questo caso) e se si stacca facilmente dalla lisca.

Ti svelo un segreto: puoi leggere GRATIS tutte le ricette per il forno a microonde iscrivendoti ad Amazon Kindle Unlimited. Provalo Subito cliccando sul pulsante qui sotto.

Uova

L’ultimo alimento di cui voglio parlarti in merito alla tabella cottura cibi microonde riguarda le uova.

Prima di tutto devi sapere che non bisogna cuocerle con il guscio.

Ah no?

No.

Anche se in realtà qualcuno sostiene che, effettuando un piccolo foro nel guscio, l’uovo non “scoppierà” durante la cottura.

Ma per effettuare una cottura tradizionale ti suggerisco di prepararlo senza guscio.

Poi per cucinare 2 uova nel microonde ci vogliono al massimo 2 minuti.

Ti svelo un segreto: puoi leggere GRATIS tutte le ricette per il forno a microonde iscrivendoti ad Amazon Kindle Unlimited. Provalo Subito cliccando sul pulsante qui sotto.

Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it